Gite “verdi” a Napoli

Gite “verdi” a Napoli

Tra i posti più famosi di Napoli da visitare ci sono chiese, piazze, palazzi, ma non tutti sanno che a Napoli e in Campania ci sono moltissimi luoghi anche per le escursioni o per gli amanti del trekking, e per tutti quelli che vogliono godere di un panorama fantastico, come quello che si vede nei documentari naturalistici.

Abbiamo scelto quattro luoghi, tra i moltissimi posti che la Campania offre, dove potrete usufruire dei panorami e delle gite più verdi di questa regione per rendervi quest’estate ancora più verde.

 

IL VESUVIO E IL PARCO NAZIONALE DEL VESUVIO

 

Se siete degli escursionisti o degli appassionati di vulcani o panorami, non potete non visitare il Vesuvio.

Le escursioni, considerate di bassa difficoltà se il tempo è favorevole, sono guidate da professionisti, guide vulcanologiche e alpinisti che vi accompagneranno sul cratere.

Il biglietto, che comprende anche la guida, è di 8 euro per scuole o studenti universitari con una documentazione firmata dal Dirigente scolastico mentre per tutti gli altri il prezzo è di 10 euro.

Per i minori, con altezza inferiore a 1,2 metro, e per i disabili al 100% il prezzo del biglietto è totalmente gratuito (comunque dovete passare per la biglietteria), tutto ciò per una durata di 90 minuti.

Già prima di arrivare sul cratere (e quindi prima di pagare), ci sono moltissime cose da viitare, quindi munitevi di binocoli perché vi serviranno.

Tra le cose da vedere prima di arrivare alla biglietteria, c’è ad esempio il cratere del Somma che è già visibile sul percorso, ma non dimenticatevi anche di guardare… l’intera città di Napoli.

Dal cratere del Vesuvio stesso invece è possibile vedere Capri, Ercolano e Pompei, mentra dal punto più alto si potrà vedere Stabia e la penisola sorrentina, dunque assicuratevi che la memory card della vostra macchina fotografica sia molto capiente.

Il Parco Nazionale del Vesuvio, che si trova attorno al vulcano (!) è doventato una zona protetta attorno agli inizi degli anni 90.

Nonostante la zona sia abbastanza ridotta, le specie di piante che vi si possono trovare sono oltre 600.

Per gli escursionisti vi sono diversi percorsi da poter praticare come, la valle dell’inferno, la strada Matrone, il vallone della profica, il fiume di lava e molti altri (circa una decina di sentieri in tutto).

 

 

RISERVA NATURALE DEGLI ASTRONI

 

La riserva naturale degli Astroni viene anche chiamata “l’Oasi degli Astroni” ed il motivo è molto semplice: è veramente un’oasi.

Trovandosi infatti al centro di Napoli questa riserva, nata su un cratere spento, ha una vegetazione molto fitta e dà l’impressione di trovarsi in una vera e propria oasi nel centro della città.

Oltre alle bellissime piante e ai numerossissimi esemplari, un’altra caratteristica di questa zona sono gli animali che la abitano come diversi tipi uccelli (una decina di razze diverse, ma dipende dal periodo di migrazioni ecc), ma anche diversi rapaci e qualcuno parla anche di volpi e ricci.

La riserva si estende per circa 250 ettari e ad oggi è gestita da WWF Italia,  nel 1987 è stata nominata Riserva Naturale Statale.

L’unica pecca è che è aperta per poche ore, solo venerdi, sabato e domenica dalle 9.30 alle 14.30 circa.

Le visite guidate devono essere prenotate in precedenza e solo per gruppi di almeno dieci persone, paganti.

L’ingresso per la riserva è in via Agnano degli Astroni, 468 – Napoli.

 

 

BOSCO DI SAN SILVESTRO

 

Nella zona di Caserta per oltre 76 ettari invece, si trova un bellissimo bosco di lecci il quale, sempre riserva del WWF, offre moltissimi tipi di visite guidate diurne o notturne.

Sempre aperto nei fine settimana offre diversi sentieri da visitare con percorsi educativi come per esempio la produzione di energia delle piante e la vita delle api con la loro produzione di miele.

Questi percorsi educativi, molto ben organizzati, sono specialmente buoni per i bambini che avranno un apprccio alla natura completo grazie ai laboratori, video, e visite sul luogo.

Si trovano inoltre: una zona dedicata ai picnic, diverse abitazioni per chi vuole fermarsi qualche notte, il Real Casino di S. Silvestro con museo, sala proiezioni e conferenze, sala ristoro e laboratori.

 

 

RIFUGIO ACQUA DELLE VENE

Nel comune di Benevento, questo è il luogo ideale per il trekking e le escursioni.

I percorsi e i sentieri sono organizzati da mappe, che possono essere scaricate da internet, o si può scegliere di fare visite guidate tematiche rispetto ai diversi periodi dell’anno.

La Montagna di Sopra è un luogo altamente suggestivo per chi è in cerca di panorami mozzafiato o per chi ha la necessità di sentirsi più vicino alla natura.

I molti luoghi da visitare vi faranno venir voglia di visitarlo più volte. Imperdibili sono le grotte, il Piano di Lauro e molto altro ma soprattutto la vetta dell’Oasi di notte.

E’ possibile infatti vedere un panorama costellato delle luci della sera del Golfo di Napoli dalla cresta del Partenio, essendo appunto una visita notturna ha una difficoltà alta, quindi se siete alle prime armi con le escursioni è da evitare, ma se siete esperti è da non perdere.

L’inizio dell’escursione vera è propria è attorno alle 20.00 e finice a mezzanotte, ma bisogna arrivare sul luogo almeno alle 18.00 per i vari preparativi e come punto d’incontro.

E’ possibile inoltre soggiornare nel luogo (per i soci WWF o CAI con posto letto, per gli altri senza, ovvero solo sacco a pelo o materassino personale) ad un prezzo economico, ed in base alle scelte sulle visite da fare, dal pernottamento o meno, il prezzo può cambiare considerevolmente.

You might also like

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!