Coropolis: il quartiere del futuro secondo Nicola Pagliara

Coropolis: il quartiere del futuro secondo Nicola Pagliara

di Francesca Nasta

Il 15 dicembre è stata inaugurata al Pan (Palazzo delle Arti di Napoli) la mostra “Coropolis” utopia possibile, promossa dall’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli.

Coropolis Fonte: trova-eventi.it

Coropolis
Fonte: trova-eventi.it

Qui sono stati presentati al pubblico i progetti realizzati dall’architetto Nicola Pagliara su una possibile riqualificazione urbana della zona di Coroglio, ex Italsider. I progetti, esposti su circa quaranta tavole, mostrano pochi ma immensi edifici di vetro sviluppati principalmente in altezza per lasciare spazio a giardini, strade e parcheggi.

Coropolis Fonte: arte.it

Coropolis
Fonte: arte.it

Molto interessante è l’idea di realizzare un ponte che attraverso un autosilo colleghi Posillipo a Coropolis facilitando così l’accesso al nuovo quartiere. Oltre agli edifici residenziali vi sono alberghi di lusso, ristoranti con vista, locali, beauty farm, strutture commerciali, grandi magazzini e tanto altro.

Coropolis Fonte: reportweb.tv

Coropolis
Fonte: reportweb.tv

Non manca all’interno del progetto un’area ecclesiale circondata da immensi giardini, concepita come un vero e proprio punto di ritrovo.

I problemi ecologici della zona di Coroglio, dovuti all’accumulo di scorie tossiche in seguito alle dismissione degli impianti dell’Italsider, rendono però di difficile realizzazione il progetto di Pagliara.

Dai disegni e dalle riproduzioni realizzate al computer emerge una visione innovativa di urbanizzazione, quasi futuristica, che tende però ad alienare la figura dell’uomo rinchiudendolo in quartiere fatto di immensi spazi ed edifici grigi tutti omologati. Una visione tanto affascinante quanto inquietante che pare stridere con la bellezza naturale del paesaggio.

You might also like

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!